Riccardo Barba - Scuola di Musica del Garda
12799
page-template-default,page,page-id-12799,mkd-core-1.1,ajax_fade,page_not_loaded,,burst-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_non_responsive
 

Classe 1991, inizia lo studio dello strumento all’età di 12 anni con il M° Serafino Curotti. Dopo gli studi classici di pianoforte e composizione si dedica all’approfondimento della musica improvvisata, del Jazz e delle tastiere, prediligendo le sonorità contemporanee. 

Tra i suoi maestri ci sono Paolo Ugoletti, Umberto Benedetti Michelangeli, Tino Tracanna, Attilio Zanchi, Massimo Colombo, Greg Burk, Oscar Del Barba e Paolo Birro. Studia Direzione di Coro con Silvio Baracco.

Si laurea in Pianoforte Jazz presso il Conservatorio di Milano nel 2015 con una tesi su Chick Corea e il Fender Rhodes. Si specializza sull’utilizzo di tastiere elettroniche e sintetizzatori durante gli anni di studio presso il Conservatorio. Ha inoltre partecipato a svariate masterclass tra cui si ricordano quelle con Efrain Toro, Franco D’Andrea, Bob Moses, Danilo Perez, John Patitucci e Brian Blade. Lavora come pianista, compositore e arrangiatore. 

Collabora con l’Associazione “Il Vagabondo” di Trento e con la Piccola Orchestra Lumière.

È membro fondatore del progetto EKE (Electric Keys Experiment) insieme a Olmo Chittò, gruppo sperimentale di musica elettronica e jazz contemporaneo con il quale registra il disco Electric Keys Experiment (Ritmo&Blu Records).

Tra i suoi progetti attivi: Barba Negri Ziliani Trio con il contrabbassista Nicola Ziliani e il batterista Federico Negri; MOAI, progetto di musica folk rock fondato da Valentina Comelli e Matteo Mantovani; Riccardo Barba Organ Trio con Matteo Mantovani e Paolo Zanaglio.